La fattura della cipolla

Sabato 23 settembre 2017 h 18.30
Complesso di San Gennaro all’Olmo
Via San Gregorio Armeno 35

prenota

La fattura della cipolla_web

Una produzione Associazione Teatrale Aisthesis e Ilaria Scarano
regia: Luca Gatta
con: Luca Gatta, Ilaria Scarano, Marco Rampello
drammaturgia: Associazione Teatrale Aisthesis e Ilaria Scarano
maschere: Antonio Fava
costumi: Associazione Teatrale Aisthesis
scenografie: Bianca Pacilio
musiche e disegno luci: Associazione Teatrale Aisthesis

La fattura della cipolla è uno spettacolo che nasce dallo studio e dalla ricerca degli archetipi.
I personaggi protagonisti sono Pulcinella, Arlecchino e la Stregaccia. Così come Pulcinella e Arlecchino sono due archetipi della Commedia dell‘Arte, la Stregaccia è un archetipo della cultura popolare che in Campania riveste un ruolo di fondamentale importanza. L’incontro di questi tre personaggi non è nuovo nel mondo della Commedia dell’Arte; lo troviamo, infatti, nel teatro delle Guarattelle.
La storia vede protagonisti Arlecchino e Pulcinella che, come nella fiaba di Hansel e Gretel riportata dai fratelli Grimm, si perdono nel bosco fino a giungere alla casetta fatta di marzapane e zucchero alle finestre della Stregaccia. Il bosco rappresenta il buio dell’inconscio, Arlecchino e Pulcinella diventano i due eroi che affrontano la Stregaccia per affrontare al tempo stesso la propria ombra, superando i propri limiti e realizzando il proprio sé; nella figura arcaica della Stregaccia ritroviamo quella di Madre Natura in cui sono mescolati il cattivo e il buono, il bianco e il nero e il cui potere arriva a trascendere la stessa natura per accostarsi al cosmico e al divino. Alla Stregaccia mancano però doti peculiari dell’eroe: l’astuzia e la furbizia, quelle forze rapide e intuitive che sciolgono i nodi del conflitto. La cipolla è stata scelta per le sue caratteristiche e proprietà che la fanno tanto somigliare a un bulbo magico. L’incontro tra le sostanze che si propagano al taglio della cipolla e l’umore acquoso presente sul bulbo oculare porta alla lacrimazione. La Stregaccia affetterà cipolle mettendo in atto una magia o “fattura” a cui nessuno potrà scampare, neanche i malcapitati Arlecchino e Pulcinella.


Associazione Teatrale Aisthesis

L’Associazione Teatrale Aisthesis è nata nel 2006, come gruppo di formazione teatrale, ma si è costituita legalmente solo nel 2009 come associazione giovanile con l’intento di riunire in un’unica associazione culturale, diverse figure che gravitano nel mondo del teatro, del cinema e dell’audiovisivo, sfruttando le competenze, le capacità professionali e le conoscenze in materia tecnica dei fondatori dell’associazione. Si occupa inoltre di organizzazione di eventi teatrali e di formazione attoriale. Dalla sua fondazione, ha realizzato festival teatrali internazionali (Hara Fest) invitando sul territorio personalità di spicco del settore teatrale da ogni parte del mondo e ha permesso la formazione in campo attoriale di molti giovani che hanno potuto frequentare workshop e seminari con maestri di fama internazionale provenienti da diverse parti del mondo. Dal 2012, l’associazione si occupa di formazione nel settore della cultura e delle arti performative per soggetti in situazione di svantaggio sociale.